la nostra struttura

Per chi è alla ricerca di un posto tranquillo in un rinomato centro termale lHotel Residence Modonesi  offre un ambiente familiare con  cucina rigorosamente fresca che si  adatta alle cure idropiniche.

Ristrutturato nel 2014 l'hotel mette a disposizione della clientela sia camere che mini appartamenti  con la possibilità di soggiorni brevi in pensione completa o soggiorni prolungati in perfetta autonomia con l'utilizzo della cucina predisposta nei bilocali.

 

Boario Terme è una località montana incastonata nel meraviglioso scenario naturale della Valcamonica. Così che il turismo naturalistico, insieme a quello termale, dominano l’offerta del luogo, ove è possibile sciare d’inverno, effettuare escursioni tra i numerosi sentieri delle montagne, nei parchi naturali (in primis, quelli dell’Adamello e dello Stelvio) o andare in bicicletta nella pista ciclabile che costeggia il fiume Oglio in un percorso tutto pianeggiante. Gli amanti del turismo archeologico non mancheranno di visitare le incisioni rupestri che abbondano (circa 170.000) nelle località di Luine-Simoni-Crape, Capodiponte e Naquane mentre gli amanti dell’arte potranno apprezzare i numerosi castelli, rocche e chiese del circondario; alcune delle chiese conservano tra l’altro gli affreschi del “Romanino” (Girolamo romani), uno dei più importanti pittori del Cinquecento. A poca distanza da Boario, infine, le città di Bergamo e Brescia, con le loro innumerevoli attrazioni storiche e artistiche..

 

 

 

LE TERME DI BOARIO

Note fin dal XV secolo, le Terme di Boario conobbero una straordinaria popolarità a partire dalla metà dell’800, grazie ad uno ‘sponsor’ d’eccezione: Alessandro Manzoni. Da allora, Boario è una delle stazioni termali più rinomate e frequentate del nord Italia, attualmente in fase di potenziamento e ulteriore modernizzazione.

Un po’ di storia 
Le proprietà benefiche delle fonti termali di Boario sono note dal XV secolo, anche se la prima testimonianza scritta risale al 1698, anno nel quale Padre Gregorio Brunelli in un suo scritto fece riferimento a “polle medicinali”. Da lì a qualche decennio sarebbe stato costruito il cosiddetto Casino Boario, il primo stabilimento termale nel quale, nella citazioni di A. Bazzini sulla Cronaca di Lovere, venivano somministrate “acque salutari magnesiache e vitrinolate di ferro”. Alla metà dell’800, quindi, le Terme di Boario erano ben note e frequentate dalla borghesia e si iniziarono anche a imbottigliare le acque dell’Antica Fonte e ad inviarle nelle farmacie milanesi dove furono scoperte, tra gli altri, da Alessandro Manzoni. L’autore di “I promessi sposi” ordinò a Boario ben 100 bottiglie dell’acqua di Boario per curare un’affezione epatica (la sua lettera autografa è conservata presso gli archivi delle Terme) e ne fece un largo uso anche la seconda moglie Teresa Stampa. Manzoni soggiornò a Boario nel 1845 e la sua autorevole presenza giovò molto alla popolarità della stazione che nel 1913, in seguito alla scoperta nella Nuova Fonte Igea, fu abbellita con la costruzione di una cupola liberty in marmo bianco con una balconata nella quale, per qualche tempo, si esibirono varie orchestre a beneficio di una utenza sempre più vasta che accorreva a Boario anche grazie alle numerose ed eleganti strutture ricettive che furono costruite nella cittadina.

Le acque termali 
Sono quattro le acque termali di Boario, tutte provenienti dal Monte Altissimo; da qui, esse seguono diversi percorsi tra le falde idrominerali, arricchendosi ciascuna di quantità diverse di sali così che, pur avendo la comune classificazione come solfato-bicarbonato-calciche e una bassa temperatura (tra il 13 e i 15°), possiedono proprietà terapeutiche diverse. 
La più antica delle sorgenti si chiama per questo motivo Antica Fonte, è di tipo solfato-calcico-magnesiaco, altamente mineralizzata e adatta per le cure idroponiche a beneficio delle malattie del fegato, delle vie biliari e dell’intestino. 
L’acqua cosiddetta Fausta è anch’essa ricca di minerali e dunque utilizzata medicamente per alleviare i disturbi intestinali, regolando le funzioni dell’intestino e aumentando la secrezione biliare. 
L’acqua della fonte Igea è mediamente mineralizzata e compie una ottima azione diuretica; il contenuto di bicarbonato favorisce inoltre la digestione e previene le calcolosi urinarie, oltre ad avere una azione antiflogistica sulle vie genito-urinarie. 
L’acqua della fonte Silia, infine, commercializzata anche in bottiglia con il marchio Boario è, come la precedente mediamente mineralizzata ed ha proprietà depurative e disintossicanti, favorisce la digestione ed è indicata nella cura delle cistiti, delle calcolosi renali e della gotta. 

 

     

                                             

offerte speciali TRENORD

 Viaggia in treno verso il RELAX uno sconto ti aspetta

     

 

Chiedi informazioni o vai alla pagina di TRENORD

Un servizio a tre stelle al prezzo di una con WI-Fi gratuito e parcheggio

      

Offers & Specials

            Offerta giornaliera Camera doppia in mezza pensione con 3H di percorso SPA

Read more

 

                  Offerta giornaliera camera doppia B&B con 3H di percorso SPA

Read more

Previsioni ilMeteo